CASA DELL’AVIATORE – VIALE DELL’UNIVERSITÀ, 20 – 00185 ROMA .

Regolamento interno

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

CAPO I – DIRITTI E DOVERI FONDAMENTALI DEI SOCI Art.1

Tutti i Soci sono tenuti all’osservanza del presente Regolamento formulato dal Consiglio Direttivo ai sensi dell’articolo 20 dello Statuto.

I Soci godono degli stessi diritti ed hanno i medesimi obblighi e, tra questi ultimi, principalmente, quello di improntare il loro comportamento a quella antica tradizione di signorilità, discrezione e solidarietà che è la più nobile espressione del Sodalizio.

Art.2

I Soci debbono collaborare alla realizzazione delle multiformi attività della Casa dell’Aviatore che così si riassumono:
 ravvivare le tradizioni di cui all’art.1;
 offrire un decoroso e conveniente luogo di sosta e di ritrovo ai Soci;

 consentire ai Soci, previa autorizzazione del Direttore, l’uso riservato di una o più sale del Circolo;

 offrire ai Soci la possibilità di ospitare familiari e conoscenti in ambienti accoglienti e signorili;  consentire ché le personalità di cui all’art.18 dello Statuto Sociale possano trovare nei servizi

offerti dalla Casa dell’Aviatore piena soddisfazione.
L’utilizzo dei servizi della Casa dell’Aviatore, per gli ospiti dei. Soci, nei casi previsti dal presente

Regolamento, è subordinato alla disponibilità connessa con la richiesta degli stessi servizi da parte dei Soci singoli o con familiari.

Art.3

Nei vari locali del Circolo (bar, sale di rappresentanza, salotti, sala da gioco, sala TV, biblioteca, giardino) non è consentito l’accesso se non con abbigliamento intonato alla dignità e al decoro dell’ambiente.

È di rigore l’uso della giacca e della cravatta. Sono vietati indumenti particolari quali jeans, scarpe da tennis e quanto sia in contrasto con la signorilità dell’ambiente.

L’uso dell’uniforme di servizio estiva senza giacca è consentito nei giorni feriali fino alle ore 17,00.

Pag. 1

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Non è ammessa la presenza nella Casa dell’Aviatore, in uniforme militare, dei figli e degli ospiti dei Soci che non siano Ufficiali o allievi Ufficiali.

I Soci sono ritenuti responsabili dell’abbigliamento dei propri famigliari ed ospiti.

Art.4

I Soci onorari sono iscritti in apposito albo da tenere a cura e sotto la responsabilità del Direttore.

Art.5

I Soci effettivi e temporanei sono tenuti, ai sensi dell’art.11 dello Statuto, al pagamento della tassa di iscrizione e della quota di associazione, in conformità del disposto di cui al successivo art.19.

Il Socio che lascia trascorrere tre mesi dalle scadenze stabilite dal citato art.19, senza provvedere al pagamento della quota associativa, viene invitato, con lettera raccomandata ed avviso di ricevimento a firma del Direttore della Casa del1’Aviatore, alla regolarizzazione della posizione amministrativa entro il trimestre successivo con: 1’avvertimento che, in caso di mancato versamento delle somme dovute, incorrerà d’ufficio e senza ulteriore comunicazione nella perdita della qualità di Socio, ai sensi dell’art.14 – lett. “c” – dello Statuto. Nella fattispecie si applicano anche l’ultimo comma dell’art.10, nonché il disposto del secondo comma dell’art.13 dello Statuto stesso.

Sono dispensati dal pagamento della quota associativa i Soci effettivi della Riserva, in congedo assoluto e del Ruolo d’Onore che, alla data del 14.10.1987, abbiano pagato la quota associativa per almeno Otto anni dopo la cessazione dal servizio permanente.

Art.6

Il Consiglio Direttivo, in sede di esame delle domande previste dall’art.8 dello Statuto, in caso di pronuncia favorevole, dovrà stabilire l’importo ed i relativi termini di pagamento della tassa di iscrizione che l’Ufficiale ammesso come Socio effettivo della Casa dell’Aviatore dovrà versare.

Art.7

Il Consiglio Direttivo delibera l’adozione di una tessera attestante la qualità di Socio della Casa dell’Aviatore.

Fino a nuova delibera del Consiglio Direttivo, ai sensi del precedente comma, restando in vigore le modalità attualmente vigenti in materia.

Pag. 2

Art.8

Il Socio che si rende inosservante degli obblighi statutari o regolamentari delle disposizioni particolari emanate dagli organi direttivi o che manchi ai doveri sociali, o che, comunque, con atti, parole, scritti o comportamento leda gli interessi morali, materiali o il prestigio del Sodalizio, sarà passibile di ammonizione da parte del presidente.

Entro trenta giorni dalla ricezione della comunicazione della ammonizione, il Socio può richiedere al Presidente la revoca del provvedimento, in caso di mancato accoglimento della richiesta, ha diritto di ricorrere al Ministero della Difesa – Direzione Generale del Personale Militare per l’Aeronautica – entro trenta giorni dalla ricezione della nuova comunicazione.

Per gravi motivi e particolari circostanze il Socio può essere radiato con deliberazione del Consiglio Direttivo ai sensi dell’art.14 dello Statuto sociale.

La delibera del Consiglio Direttivo è comunicata al Socio con lettera raccomandata ed avviso di ricevimento a firma del presidente della Casa dell’Aviatore.

Avverso il provvedimento di radiazione è ammesso ricorso al Ministero della Difesa – Direzione Generale del Personale Militare per l’Aeronautica – entro sessanta giorni dalla ricevuta – comunicazione.

Il ricorso deve essere presentato tramite la Presidenza della Casa dell’Aviatore che lo annoterà nell’apposito registro e lo trasmetterà al Ministero della Difesa dopo averlo corredato della copia della delibera di radiazione adottata dal Consiglio Direttivo.

In sede di istruttoria del ricorso, il Ministero può richiedere alla Presidenza della Casa dell’Aviatore tutti gli altri eventuali atti o documenti necessari per una migliore e più completa cognizione del caso.

I Soci che abbiano receduto o siano stati esclusi o che comunque cessino di appartenere al Sodalizio non possono ripetere i contributi versati, né hanno alcun diritto sul patrimonio della Casa dell’Aviatore ai sensi dell’art.24 del Codice Civile.

Art.9

Eventuali incidenti che dovessero verificarsi nella Sede fra i soci, potranno essere composti ai sensi delle norme di cui al R.D. 11.7.1929, n° 1250 e successive modificazioni, sempre che il direttore non ravvisi nei fatti elementi da segnalare per iscritto all’attenzione del Presidente anche ai

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Pag. 3

fini del precedente art.8.

Art.10

È istituito un registro a disposizione del Soci affinché possano rivolgere alla Direzione proposte o rilievi per iscritto.

Il Direttore della Casa dell’Aviatore risponderà per iscritto, nello stesso registro, alle proposte o rilievi formulati dai Soci entro tre giorni dalla segnalazione.

Il Direttore riferirà al Consiglio Direttivo sulle proposte o rilievi formulati dai Soci e sulle risposte fornite.

Gli esposti scritti diretti al Consiglio Direttivo, a norma dell’art.16 dello Statuto, saranno esaminati nella prima riunione successiva alla data di arrivo degli esposti medesimi.

Le deliberazioni adottate saranno comunicate all’interessato con lettera a firma del Direttore.

Art.11

La vedova in godimento di pensione di reversibilità ed i figli del Socio deceduto sono ammessi a frequentare, in qualità di ospiti del Sodalizio, i locali ed a fruire dei servizi della Casa dell’Aviatore.

La concessione di cui sopra cessa:
 per la vedova, col passaggio a nuove nozze;
 per gli orfani, con il matrimonio o al compimento del 26° anno di età.

CAPO II – DISPOSIZIONI GENERALI

Art.12

La Casa dell’Aviatore osserva gli orari fissati dal Consiglio Direttivo e riportati in apposite tabelle.

In casi eccezionali la Direzione può autorizzare la protrazione degli orari.

Art.13

Nei vari locali della Casa dell’Aviatore possono accedere esclusivamente i Soci, i familiari e loro ospiti.

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Pag. 4

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Questi ultimi dovranno essere accompagnati dal Socio invitante. Le vedove e gli orfani dei Soci autorizzati a fruire dei servizi della Casa dell’Aviatore, ai sensi del precedente art.11, non possono ospitare altre persone.

Non possono essere condotti nei locali della Casa dell’Aviatore bambini di età inferiore ai 10 anni, fatta eccezione per gli alloggi, la foresteria ed i saloni qualora partecipano a ricevimenti.

Il Socio è garante dei familiari e degli ospiti nei riguardi della Casa dell’Aviatore per qualsiasi carenza, ai medesimi imputabile, che possa risultare di nocumento al buon nome, al decoro ed al prestigio del Sodalizio.

Il Socio può chiedere alla Direzione che i propri familiari vengano autorizzati a frequentare la foresteria anche senza la sua presenza.

I figli di età inferiore agli anni 18 devono essere sempre accompagnati.

Art.14

Il personale di servizio in portineria ha l’obbligo di controllare che non entrino nella Casa dell’Aviatore persone che non abbiano titolo.

Detto personale dovrà far attendere in sala di aspetto gli estranei ed informare subito, a seconda dei casi, la Direzione o il Socio con il quale la persona estranea desidera conferire.

I componenti delle scorte a seguito delle personalità di cui all’art.18 dello Statuto sono considerati ospiti delle personalità medesime e possono accedere nei locali della Casa dell’Aviatore nel rispetto di quanto previsto dal precedente art.3.

Art.15

I Soci sono tenuti ad esibire un documento di riconoscimento al personale di servizio che ne faccia richiesta.

A tale obbligo si devono attenere i familiari dei Soci autorizzati ai sensi del precedete art.13, nonché le vedove e gli orfani dei Soci.

Art.16

Nella Casa dell’Aviatore è vietato introdurre cani ed altri animali. E’ vietato altresì portare nelle sale oggetti personali (berretti, cappelli, soprabiti, impermeabili, cappotti, ombrelli, pacchi, ecc….).

Pag. 5

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Tali oggetti devono essere lasciati al guardaroba al momento dell’ingresso nella sede.

Art.17

Il parcheggio delle autovetture è subordinato alla ricettività delle aree indicate dalla segnaletica. Esso è riservato ai Soci che fruiscono di alloggio.

Può essere consentito dalla Direzione, fino al limite delle ricettività, il parcheggio di autovetture dei Soci ed ospiti con precedenza per i casi di ricevimenti o di rappresentanza.

Art.18

I Soci non possono distogliere il personale in servizio presso la Casa dell’Aviatore dalle proprie mansioni.

Non è consentito ai Soci rivolgere direttamente al personale richiami per mancanze rilevate nell’espletamento delle sue mansioni. Tali mancanze potranno formare oggetto di rilievo secondo le norme indicate nel precedente art.10 o essere segnalati personalmente al Direttore.

Art.19

Gli importi della tassa d’iscrizione e della quota annua di. associazione sono stabiliti dal Consiglio Direttivo.

Per i Soci in servizio e per quelli in congedo amministrati dagli Enti Aeronautici o dalle Direzioni Provinciali del Tesoro restano in vigore le procedure attualmente seguite per il pagamento delle quote associative mediante ritenute operate sulle competenze salvo la facoltà del pagamento diretto di cui al comma successivo.

I Soci che provvedono direttamente al pagamento della quota associativa possono effettuarlo in unica soluzione entro il 31 gennaio, o in due rate semestrali, scadenti rispettivamente il 31 gennaio ed il 31luglio di ogni anno.

Art.20

Le tabelle dei prezzi devono essere a disposizione dei Soci presso i vari servizi.

Il prezzario viene proposto dalla Direzione al Consiglio Direttivo per l’approvazione e non può essere modificato senza la decisione di quest’ultimo. Nei casi di ricevimenti o di menù particolari

Pag. 6

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

compete alla Direzione definire i prezzi secondo gli indirizzi del Consiglio Direttivo.
La Direzione della Casa dell’Aviatore rilascia, per ogni incasso di somma, fattura, ricevuta fiscale

o scontrino, in conformità alle leggi tributarie vigenti.

Art.21

Non è permesso affiggere nei locali della Casa dell’Aviatore avvisi senza l’autorizzazione della Direzione, né è permesso promuovere sottoscrizioni di qualsiasi genere.

Art.22

Qualsiasi oggetto rinvenuto nella Casa dell’Aviatore deve essere consegnato al personale in servizio all’ufficio ricezione, a cura della persona che lo ha trovato.

La Direzione della Casa dell’Aviatore si regolerà ai sensi degli Articoli 927 e seguenti del Codice Civile.

Art.23

Eventuali donazioni di modico valore, fatte ai sensi dell’art.738 del Codice Civile, incrementeranno il patrimonio della Casa dell’Aviatore.

Art.24

Eccettuati i casi di forza maggiore, qualunque danno alle cose deve essere immediatamente risarcito da chi ne è stato l’autore, tenendo conto dello stato d’uso della cosa.

Art.25

La Casa de11’Aviatore esporrà la bandiera nazionale in tutte le circostanze nelle quali ciò sia previsto.

CAPO III – DISPOSIZIONI PARTICOLARI SUL FUNZIONAMENTO DELLE ATTIVITÀ O SERVIZI

Pag. 7

La disposizione dei Soci, dei familiari e degli ospiti apposito locale adibito a guardaroba, nel quale possono essere lasciati cappotti, impermeabili, ombrelli, ecc…

Art.27

Durante i ricevimenti di servizio o privati, può essere richiesta alla Direzione l’istituzione del servizio guardaroba per tutta la durata del ricevimento stesso. In tal caso, per gli indumenti ricevuti in deposito vengono rilasciate contromarche numerate.

Art.28

Gli oggetti dati in deposito e non ritirati sono considerati rinvenuti ai sensi dell’Art.22.

Servizio Postale

Art.29

La corrispondenza ordinaria eventualmente diretta ai Soci presso la Casa dell’Aviatore è custodita nell’apposito casellario postale; situato all’ingresso dell’albergo.

Quella raccomandata, assicurata ed i pacchi vengono ritirati dal portiere di turno e registrati nel libretto per la corrispondenza privata sul quale il destinatario firmerà per ricevuta.

La corrispondenza non ritirata entro 10 giorni dall’arrivo verrà inoltrata al Socio destinatario presso il recapito noto alla Casa dell’Aviatore o restituita al mittente. In ogni caso, non vengono accettati atti giudiziari o comunicazioni fiscali o tributarie dirette al Socio presso la Casa dell’Aviatore.

Servizio telefonico

Art.30

L’uso del telefono per le conversazioni urbane ed in teleselezione è a pagamento.

I Soci e gli ospiti alloggiati possono effettuare direttamente dalle proprie camere telefonate urbane ed interurbane il cui importo viene aggiunto al conto della camera occupata.

Il personale della Casa dell’Aviatore, incaricato di rispondere alle chiamate dall’esterno, qualora il

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Servizio Guardaroba

Art.26

Pag. 8

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Socio richiesto non sia reperibile, prenderà nota della richiesta lasciando un avviso nel casellario postale.

Servizio barbe ria

Art.31

Il servizio barberia è riservato ai Soci, possono esservi ammessi i familiari e gli ospiti dei Soci. L’orario di apertura della barberia risulta dalla tabella a firma del Direttore, esposta nel locale.
Il pagamento deve avvenire alla mano.
Il Direttore può autorizzare il personale alla Casa dell’Aviatore a fruire del servizio

compatibilmente con le richieste dei Soci.

Art.32

Il servizio deve assicurare giornalmente i cambi riguardanti l’albergo, le sale da pranzo, le sale da toilette, la cucina, il vestiario dei cuochi e dei camerieri, ecc….

Art.33

I Soci ospiti dell’albergo possono fruire del servizio di lavanderia e stireria per indumenti personali. L’importo relativo viene aggiunto sul conto dell’albergo. I prezzi del servizio per ogni singolo capo risultano dalla apposita tabella a disposizione.

Servizio Lavanderia e Stireria

Servizio Bar

Art.34

Le consumazioni presso il bar vengono effettuate previo pagamento per contanti.

Oltre che al banco, il servizio è ammesso, nei limiti della disponibilità del personale, anche ai tavoli da pranzo, nelle sale di soggiorno, in giardino, nelle sale da gioco, negli alloggi.

Non è consentito farsi servire consumazioni nei locali della barberia, televisione e biblioteca.

Pag. 9

Art.35

Il bar può tenere a disposizione dei Soci alcuni generi di monopolio.

Art.36

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Servizio Ristorante

Giornalmente viene predisposta una lista delle vivande valida sia per la sala Soci che per la foresteria. Tale lista assicura pietanze diverse per ogni portata. Tuttavia il Socio che pranza in foresteria con familiari o ospiti può richiedere, con congruo anticipo, al Direttore la preparazione di un particolare menù anche concordando il relativo importo.

Art.37

I Soci che desiderano consumare i pasti nella sala loro riservata devono munirsi dello scontrino da ritirare alla cassa.

Possono essere richieste, nei limiti della disponibilità della cucina, quantità integrative o sostitutive delle vivande indicate nella lista giornaliera soltanto sotto forma di straordinario. Il costo relativo dovrà essere pagato direttamente al cameriere.

Le persone alloggiate, che per motivi di salute non possono raggiungere i locali della sala, hanno facoltà di farsi servire i pasti in camera.

Art.38

I Soci quando non accompagnano i familiari ed ospiti, possono consumare i pasti in foresteria, pagando prezzi ivi praticati.

Art.39

In foresteria, nell’interesse del Socio e del servizio, è consigliabile chiedere la prenotazione ad orario, precisando il numero delle persone invitate.

Nel chiedere tale prenotazione il Socio dovrà fornire oltre alle generalità un proprio recapito telefonico.

I posti prenotati e non occupati entro 30 minuti dall’ora fissata si intendono liberi.

Pag. 10

Art.40

Il conto della foresteria deve essere pagato alla cassa o, se richiesto, al tavolo. Non potrà essere incluso nel conto dell’albergo.

Sale circolo

Art.41

Nel caso di trattenimenti indetti dal Sodalizio, gli inviti sono diramati a nome del Presidente.

La Direzione nomina un Ufficiale di cerimonia animatore e responsabile della buona conduzione e riuscita del trattenimento.

Art.42

Previa autorizzazione della Direzione, il Socio può organizzare trattenimenti o riunioni artistiche o culturali proprie e dei familiari. In tal caso gli inviti saranno diramati a cura del Socio stesso.

Gli impegni finanziari connessi vengono concordati in precedenza con il Direttore della Casa dell’Aviatore.

Non è consentito ai Soci allestire mostre o presentazione libri per conto terzi.

Art.43

Il Socio può richiedere l’utilizzo della sale di rappresentanza per pranzi e cene particolari concordando il prezzo e le modalità di pagamento con il Direttore.

Verranno altresì concordate le modalità e gli impegni finanziari per ricevimenti di nozze o di altre ricorrenze dei Soci o loro familiari.

Art.44

L’accesso ai locali del circolo è libero a tutti i Soci, familiari ed ospiti autorizzati nelle ore stabilite sempre che le sale non siano riservate ai ricevimenti. I familiari ed ospiti autorizzati non possono accedere nella biblioteca e nella sala gioco riservata ai soli Soci.

Biblioteca

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Pag. 11

Sono vietati i giochi d’azzardo.

Art.45

Al servizio della biblioteca è preposto il Consegnatario – Cassiere che ha in consegna tutte le opere e le pubblicazioni in dotazione alla Casa dell’Aviatore.

Art.46

I Soci dopo aver compilato e firmato apposita ricevuta, possono ottenere in lettura a domicilio libri della biblioteca ad eccezione dei vocabolari, atlanti, carte topografiche, annuari, codici e regolamenti.

Il prestito delle opere è consentito per un massimo di giorni 20 ed è limitato a due pubblicazioni per volta.

Ove i volumi non venissero restituiti nel termine suddetto o venissero restituiti in cattivo stato, sarà proceduto all’addebito a carico del Socio responsabile per l’intero valore.

Art.47

Tutti i libri della biblioteca debbono essere muniti del timbro della Casa dell’Aviatore, numerati, catalogati, inventariati.

I giornali e le riviste acquistati dalla Direzione sono a disposizione dei Soci per la lettura, ma non possono essere asportati.

Sala televisione

Art.48

Nelle ore di apertura del circolo, i Soci, i familiari e gli ospiti possono assistere alle trasmissioni televisive.

Per la scelta dei canali, va rispettata la volontà della maggioranza dei presenti che dovrà essere manifestata in maniera corretta e signorile in armonia con la dignità ed il decoro dell’ambiente..

Art.49

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Sala da Gioco

Pag. 12

Art.52

Norme di dettaglio saranno esposte a cura della Direzione nelle sale stesse.

Art.53

Servizio Alberghiero

Art.50

Il materiale da gioco deve essere richiesto al personale che lo ha in consegna presso la cassa del bar e deve essere restituito al termine al personale stesso, il quale è autorizzato a riscuotere l’importo fissato dal Consiglio Direttivo per l’utilizzo del predetto materiale.

Art.51

Non è dovuto alcun pagamento per il gioco degli scacchi e per quello della dama.

Per le partite libere e per i tornei i familiari e gli ospiti dei Soci sono ammessi a frequentare le- sale da gioco, è sempre richiesta la presenza del Socio il quale per l’organizzazione di tornei dovrà concordare le modalità di attuazione con il Direttore della Casa dell’Aviatore.

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

L’utilizzo delle camere dell’albergo avviene mediante prenotazione; l’assegnazione delle camere secondo il turno di prenotazione è disposta dalla Direzione che terrà conto, nei limiti del possibile, delle preferenze eventuali avanzate dai richiedenti.

Art.54

Il Socio all’atto della prenotazione indicherà il periodo durante il quale intende occupare l’alloggio ed eventualmente i familiari che desidera ospitare; indicherà, inoltre, le proprie generalità, nonché un recapito telefonico presso il quale la Casa dell’Aviatore, in caso di esigenze connesse all’avvenuta prenotazione, possa rintracciarlo per eventuali comunicazioni.

Art.55

Il Socio che ha prenotato una o più camere è tenuto a pagare la tariffa qualora, pur non occupandole, non provveda ad annullare od a spostare la data di prenotazione entro le ore 10 del giorno previsto per l’arrivo.

Pag. 13

Art.56

Il Socio e le persone ammesse a fruire dell’alloggio presso la Casa dell’Aviatore, all’atto dell’arrivo devono presentare all’ufficio ricezione dell’albergo un valido documento di identità personale senza il quale non potranno essere accettati.

Sono tenuti inoltre a compilare e firmare la scheda di arrivo fornita a cura dell’Ufficio ricezione.

Art.57

L’alloggio può essere occupato per un periodo continuativo massimo di giorni dieci.

Il soggiorno può essere eccezionalmente prolungato dalla Direzione, su tempestiva richiesta da parte dell’interessato, soltanto nel caso in cui. non vi siano altre richieste da soddisfare.

Qualora tutte le camere siano, occupate e pervengano nuove richieste di utilizzo, la Direzione può disporre che coloro quali abbiano ottenuto il prolungamento del soggiorno debbano lasciare libero l’alloggio entro 24 ore.

Art.58

È vietato modificare la disposizione dei mobili e degli arredi ed introdurre nelle camere bagagli pesanti e voluminosi.

Detti bagagli potranno essere lasciati in deposito nell’apposito magazzino, limitatamente al periodo di soggiorno presso la Casa dell’Aviatore.

Art.59

Nessun indumento personale, bagaglio od oggetto può essere lasciato in deposito presso la Casa dell’Aviatore dal Socio che parte.

Art.60

Gli ospiti dell’albergo sono tenuti ad avvertire l’ufficio ricezione della loro partenza prima delle ore 10,00 e lasciare libero l’alloggio entro le ore 14,00.

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

Pag. 14

Art.61

La Direzione non risponde dei valori, degli oggetti preziosi e dei documenti classificati che venissero lasciati nelle camere.

I Soci, uscendo dall’albergo sono tenuti a depositare le chiavi delle stanze in portineria.

Art.62

Il conto dell’albergo viene regolato al termine del soggiorno direttamente presso l’ufficio ricezione e cassa che rilascerà ricevuta ai sensi del precedente Art.20.

Art.63

Per ogni eventuale contestazione sui conti da liquidare, i Soci non possono fare rimostranze al personale addetto agli alloggi od all’ufficio ricezione.

Ogni rilievo va fatto servendosi del registro di cui all’art.10 oppure rivolgendosi alla Direzione.

Eventuali deficienze o guasti rilevati nell’alloggio devono essere segnalati immediatamente all’ufficio ricezione.

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

1.

CAPO IV – ATTRIBUZIONE DEGLI ORGANI ESECUTIVI Art.64

Compete al Direttore:

la rappresentanza legale e la firma sociale per gli atti di ordinaria amministrazione nei limiti del bilancio. Per ordinaria amministrazione vanno intesi, entro i limiti del bilancio preventivo e con l’osservanza delle disposizioni impartite dal Consiglio Direttivo, gli atti pertinenti all’esercizio del Circolo, della mensa, del bar, degli alloggi, la riscossione delle quote associative, dei contributi e sovvenzioni nonché degli interessi attivi sui capitali, la presentazione delle denuncie fiscali, il pagamento delle tasse ed imposte dovute 1a produzione di ricorsi agli organi fiscali, la discussione, la definizione anche transattiva dei ricorsi stessi, la effettuazione delle spese necessarie per la ordinaria manutenzione dei mobili e degli immobili; le spese in conto capitale su espressa delibera ed autorizzazione del Consiglio Direttivo;

Pag. 15

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

  1. la firma degli ordini di pagamento e di riscossione congiuntamente a quella del Capo Ufficio Amministrativo;
  2. l’approntamento e la presentazione al Consiglio Direttivo, per l’approvazione; del bilancio di previsione, con annessa relazione illustrativa, ai sensi dell’art.27 dello Statuto;
  3. l’approntamento e la presentazione al Consiglio Direttivo, per l’approvazione, del bilancio consuntivo e del conto patrimoniale, con annessa relazione illustrativa ai sensi dell’art.28 dello Statuto;
  4. la direzione ed il controllo sul personale e sui servizi della Casa dell’Aviatore, segnalando con immediatezza al Presidente eventuali situazioni che richiedono interventi urgenti;
  5. l’azione tesa all’osservanza, da parte di tutti i frequentatori del Sodalizio, delle norme statutarie, regolamentari e delle disposizioni impartite dagli organi direttivi;
  6. concede le autorizzazioni previste dallo Statuto per situazioni specifiche o richiesta di servizi da parte dei Soci, nonché concordare con gli stessi il costo di ricevimenti o pranzi particolari;
  7. disporre, avvalendosi dell’opera del Vice Direttore, del Capo Ufficio Amministrativo e del Capo dei Servizi Tecnici, la esecuzione delle forniture e dei lavori, e, previa delibera del Consiglio Direttivo, l’assunzione ed il licenziamento del personale nei limiti dell’organico;
  8. curare l’aggiornamento e la conservazione del registro dei verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo;
  9. assistere alle ispezioni degli organi di controllo o farvi assistere un suo incaricato;

11. vigilare affinché i Soci ed i loro ospiti possono trovare nella Casa dell’Aviatore accoglienza signorile e confortevole.

1. 2.

espletare le attribuzioni previste per il direttore nei casi di assenza, di impedimento o di assenza della relativa carica;

collaborare col Direttore in ogni ramo di attività; in particolare nel mantenere la disciplina, nel

Compete al Vice Direttore:

Art.65

Pag. 16

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

disporre l’impiego del personale nonché nella vigilanza sul buon uso e sulla efficienza dei beni

immobili;
3. accertare e segnalare al Direttore i fabbisogni relativi alle provviste ed ai lavori.

Art.66

Compete al Capo Ufficio Amministrativo:

1.segnalare tempestivamente al Direttore le necessità del servizio amministrativo;
2.accertare i movimenti di cassa e del materiale e verificare l’esattezza delle scritture e delle

operazioni contabili;
3.vigilare sulle varie gestioni della Casa dell’Aviatore;
4.disporre per la esecuzione degli atti amministrativi riguardanti le forniture, i lavori, le spese e le

5. 6.

vendite, nonché di quelli inerenti ai rapporti di lavoro e ad ogni altra attività della Casa dell’Aviatore;

disbrigare tempestivamente tutti gli adempimenti legali e fiscali;
provvedere alla regolare esecuzione di tutte le disposizioni impartite dal Direttore della Casa

dell’Aviatore impedendo il verificarsi di abusi od di omissioni;
firmare gli ordini di pagamento e di riscossione congiuntamente al Direttore;

7.
8.compilare bimestralmente il bilancio di verificazione;
9.effettuare la ricognizione semestrale dei materiali in dotazione e promuovere i provvedimenti

amministrativi che ne conseguono (addebiti, proposte di dichiarazione fuori uso, cali, avarie, ecc..).

Art.67

Compete al Consegnatario Cassiere:

  1. eseguireleriscossioniedipagamentiannotandolinelmemorialedicassanellastessagiornatain cui avvengono;
  2. verificare le operazioni di cassa effettuate dagli addetti alle riscossioni nei vari servizi;
  3. teneredistintiregistrisuiqualiannotareimovimentirelativialcontocorrentepostaleedaiconti correnti bancari, al fine di poter riscontrare la rispondenza con gli estratti conto che pervengonodall’Ufficio dei conti correnti postali e dagli istituti bancari;

Pag. 17

4.

1. 2. 3. 4.

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno

avere in carico, per custodia e vigilanza, tutti i materiali ordinari in consegna alla Casa dell’Aviatore tenendone le scritture ed i conti relativi sempre aggiornati avvalendosi anche della collaborazione di un sottosegretario fiduciario nominato dal Direttore della Casa.

Art.68

Compete al Capo dei Servizi Tecnici:

curare l’efficienza degli impianti, macchinari ed attrezzature segnalando al Direttore la natura e l’urgenza di eventuali interventi;
rappresentare al Direttore le esigenze della manutenzione ordinaria proponendo un piano di lavoro;

vigilare sulla esecuzione dei lavori affidati a ditte private o effettuati in economia con gli operai in servizio presso il Sodalizio;

eseguire tutte le altre disposizioni impartite dal Direttore al fine di ottenere un miglior coordinamento nell’attività di vigilanza o di intervento nei servizi tecnici del Sodalizio.

CAPO V – ORGANICO

Art.69

Il Consiglio Direttivo determina le tabelle organiche del personale in relazione ai fabbisogno dei vari servizi e delle esigenze derivanti dalla attuazione dell’Art.18 dello Statuto.

Art.70

Per brevi e temporanee assenze del Capo Ufficio Amministrativo o del Consegnatario Cassiere, il Presidente della Casa dell’Aviatore può disporre che quello dei due presenti, svolga, in via eccezionale e provvisoria, anche le attribuzioni dell’assente.

Forma e modalità dell’Amministrazione: Art.71

E’ obbligatorio la tenuta dei registri, bollettari, brogliacci, schede, secondo la necessità di

Pag. 18

gestione, nonché ogni altro documento contabile previsto dalle norme vigenti.

Art.72

Nel rispetto delle norme vigenti la Direzione può attuare le procedure per una contabilità meccanizzata adeguando ed eventualmente integrando le attrezzature in dotazione.

Casa dell’Aviatore

Regolamento interno